Live Sicilia

Turismo

Si conclude a Siracusa
"Scenario Mediterraneo"


Articolo letto 426 volte

VOTA
0/5
0 voti

scenario mediterraneo, siracusa, Zapping
Si conclude domani sera a Siracusa, il programma per la Sicilia di "Scenario Mediterraneo", progetto di valorizzazione di quei territori tradizionalmente lontani dalle rotte turistiche convenzionali, che meritano attenzione per un'offerta culturale, artistica, architettonica e paesaggistica ancora tutta da esplorare. Il progetto è stato realizzato in tre regioni del Sud Italia: Sicilia, Campania e Sardegna.

"Scenario Mediterraneo" ha voluto costruire le premesse per guidare il viaggiatore verso questi territori, lontano dalle tradizionali localita' balneari e dalle grandi citta' d'arte, illuminandone la grande quantita' di tesori artistici e offerte culturali che, per carenza d'informazione, rimane spesso inesplorata.

"Scenario Mediterraneo" ha sfruttato, come strumento di sviluppo e potenziamento dei sistemi turistici locali, la risorsa rappresentata dagli eventi culturali, rassegne teatrali e festival di arte, musica e spettacolo che hanno luogo nei centri minori. La valorizzazione dei centri minori per "Scenario Mediterraneo" targato Sicilia e' passata attraverso le vie del teatro. Da inizio aprile, un cartellone itinerante, e' stato ospitato in sei palcoscenici di altrettante citta', con tre produzioni ad hoc con il tema dello straniero quale filo conduttore comune. Le tre opere rappresentate nel cartellone sono state: "Il cosmorama" (liberamente tratto dal racconto "L'infame agente Bainard" di Gaetano Savatteri), "Sotto un velo di sabbia" (liberamente tratto dai racconti "Il mare e' piccolo ma Dio e' grande" di Giosue' Calaciura, "Questo e' un uomo" di Davide Camarrone) e "Fuori luogo" (liberamente tratto dai racconti "Il viaggio segreto di Niels Bohr" di Santo Piazzese, La pupa di zucchero di Lilia Zaouali, Il decalogo di Nordia di Maria Attanasio"). In oltre un mese e mezzo di attivita', ha fatto tappa a Racalmuto, Caltagirone, Comiso, Biancavilla, Modica, Villafrati .

"Abbiamo rafforzato il connubio tra turismo e cultura - spiega Titti Bufardeci, vicepresidente della Regione siciliana e assessore al Turismo - per accrescere le notorieta' e l'appeal di quel tessuto di eccellenze unico al mondo che e' la Sicilia.
Scenario Mediterraneo, con il suo cartellone di spettacoli, e' stato un attrattore culturale e turistico buono a promuovere l'immagine della Sicilia. La cifra simbolica dell'intero ciclo di spettacoli, dedicato al tema dello straniero, si e' rivelato un plus utile - continua Bufardeci - per ricordare a tutti noi il ruolo geopolitico e culturale della Sicilia, una terra viva nel segno di dialogo, comprensione, ospitalita' e accoglienza".

Alla cerimonia di chiusura di Scenario Mediterraneo (ore 21, Borgia del Casale, Ortigia) partecipera' il vicepresidente della Regione siciliana Bufardeci, insieme ai "turisti per caso" Patrizio Roversi e Siusy Blady. I due autori, per questa edizione di "Scenario Mediterraneo", hanno realizzato un carnet de voyage in video, che raccontera' il ricco patrimonio nascosto dei territori siciliani, una vera e propria mappa per un viaggio alternativo, arricchito da scoperte ed eventi di natura culturale.