Live Sicilia

Politica

La replica di Cimino:
"Il Governo non batte la fiacca"


Articolo letto 504 volte

VOTA
0/5
0 voti

ars, Cascio, governo, palermo, Politica, regione, Politica
"E' veramente singolare - dice Cimino - che il presidente dell'Ars si meravigli del ruolo dell'Assemblea che e' chiamato a dirigere. Ed e' azzardato che, derogando al suo ruolo istituzionale, si lasci andare, in campagna elettorale, a giudizi ingenerosi a proposito della maggioranza che lo ha chiamato a svolgere quello stesso ruolo".
Lo afferma l'assessore regionale al Bilancio e Finanze, Michele Cimino, replicando alle critiche espresse oggi dal presidente dell'Ars Francesco Cascio. "Nel suo primo anno di vita - osserva l'assessore al Bilancio - il governo ha avuto il coraggio e la forza di riformare l'assetto burocratico e amministrativo della Regione, di rivoluzionare il sistema sanitario, di varare il piano energetico regionale, di proporre una riforma radicale del sistema della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti, di metter mano a un'epocale riforma della formazione professionale e di correggere il sistema della spesa regionale. Non mi sembra - aggiunge Cimino - un governo che batta la fiacca. Semmai, e' proprio l'Assemblea regionale siciliana il porto da cui si dovrebbero diradare molte nebbie. Spieghi il presidente Cascio, con la stessa franchezza, come sia possibile che la legge sui fondi comunitari e la riforma del sistema di smaltimento dei rifiuti non siano ancora arrivate all'ordine del giorno dei lavori dell'Ars, in palese violazione dei regolamenti parlamentari".

"Cascio si lascia andare anche ad alcune considerazioni poco lusinghiere a proposito dell'attivita' del presidente della Regione e del governo regionale - osserva ancora l'assessore - e lo fa avvalendosi del parere che gli sarebbe stato espresso da molti siciliani. Non so dire quali siano gli ambienti che frequenta in Sicilia il presidente dell'Ars. Ma non c'e' dubbio sul fatto che i siciliani che gli concedono amicizia e confidenze siano una minoranza silenziosa, che i sondaggisti non riescono a rilevare. Meno di una settimana fa, infatti - prosegue Cimino - un sondaggio mai smentito ha attribuito al governo regionale quasi il 10 per cento di consensi in piu' rispetto a un anno fa. Un fatto che a me, che rappresento al governo il Pdl, conferisce forza, orgoglio e autorevolezza. C'e' stato in questi mesi, in Sicilia - conclude l'assessore al Bilancio - un vivace confronto politico. C'e' stato un governo che ha preso decisioni e si e' preso responsabilita'. E c'e' stato un parlamento che, nella sua sovranita', ha varato alcune delle leggi giunte alla sua valutazione. Questa, in Europa, si chiama democrazia. E a qualcuno da' fastidio".