Live Sicilia

CRONACA

Catania, poliziotto spara a Librino: attimi di tensione


Articolo letto 525 volte

VOTA
0/5
0 voti

, Le brevi
Attimi di tensione ieri pomeriggio nel quartiere di Librino a Catania, dove un poliziotto è stato costretto ad esplodere un colpo di pistola in aria per disperdere alcuni cittadini scesi in strada in difesa di un minorenne in moto
e senza casco sfuggito ai controlli.  Il giovane, M.G. di 16 anni, inseguito da una volante della polizia, giunto in viale Castagnola, dopo avere abbandonato il
proprio mezzo ha tentato di trovare rifugio presso un agglomerato di edifici. Ma è stato bloccato. A questo punto, in difesa del ragazzino si è radunata una nutrita schiera di abitanti del quartiere, che hanno iniziato a gridare e rivolgere insulti contro i poliziotti. Uno degli agenti è stato affrontato da un pregiudicato, Pietro Miraldi, di 28 anni 28, che gli ha rivolto minacce di morte. Per porre fine all'accenno di sommossa uno dei poliziotti si è visto costretto ad esplodere in aria, a scopo intimidatorio, un colpo dalla propria pistola di ordinanza,
riuscendo in tal modo a fare allontanare la folla. Anche Miraldi si è dato alla fuga ma è stato rintracciato in viale Castagnola e arrestato per minacce, resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Nei confronti del minorenne sono state adottate le sanzioni di legge per guida senza patente, per mancato possesso del casco protettivo e per mancata copertura assicurativa dello scooter su cui viaggiava. Il giovane è stato successivamente affidato alla propria madre.