Live Sicilia

CRONACA

Licata, intimidazione a un bracciante


Articolo letto 386 volte

VOTA
0/5
0 voti

, Le brevi
La polizia sta indagando sull'incendio del portone di una abitazione di via Cutoli, a Licata. Davanti all'ingresso dell'immobile, di proprietà del bracciante agricolo Carmelo Antona di 34 anni, è stata rinvenuta una scatola a forma con 43 proiettili calibro 32 e nelle vicinanze una palla, esplosa forse a causa delle fiamme. Antona si occupa assieme al fratello Angelo, 43 anni, arrestato nel 1996 per tentato omicidio e detenzione e porto abusivo di armi e munizioni, della produzione, stoccaggio e trasporto di ortaggi che vengono venduti al mercato di Vittoria, nel Ragusano.