Live Sicilia

Quattro anni e 6 mesi per i rimborsi gonfiati

Nuova condanna per Aiello


Articolo letto 739 volte

VOTA
0/5
0 voti

Asl 6, atm, bagheria, clinica villa teresa, giancarlo manenti, lorenzo iannì, michele aiello, rimborsi gonfiati, tariffario, Cronaca
I giudici della prima sezione penale del tribunale di Palermo hanno condannato Michele Aiello, Giancarlo Manenti e Lorenzo Iannì a quattro anni e sei mesi di reclusione per abuso d'ufficio. L'accusa è quella di aver gonfiato le richieste dei rimborsi per la clinica Santa Teresa di Bagheria e la società Atm, di proprietà di Michele Aiello. Nella vicenda sono stati coinvolti anche l'ex direttore generale dell'Asl 6 Giancarlo Manenti e l'ex direttore del distretto sanitario di Bagheria Lorenzo Iannì, resisi complici del disegno che ha portato a un ammanco, secondo le stime dei giudici, di 34 milioni dalle casse dell'Asl 6 che si è costituita parte civile nel processo. All'ente sanitario è stata riconosciuta una provvisionale immediatamente di diecimila euro per ogni imputato. Gli impuitati sono stati anche condannati all'interdizione dai pubblici uffici per 5 anni.