Live Sicilia

Al 1° World Meeting of Sicilian Businessmen

Siracusa, intesa con gli Stati Uniti
per un impianto da 400 milioni


Articolo letto 640 volte

VOTA
0/5
0 voti

regione sicilia, sviluppo italia sicilia, think tank, World Meeting of Sicilian Businessmen, Economia
La realizzazione in Sicilia di un impianto di bio fuels con una capacità produttiva di oltre 170 milioni di litri. È questo il primo risultato operativo emerso in occasione del 1° World Meeting of Sicilian Businessmen, la manifestazione organizzata dalla Regione Siciliana in collaborazione con Sviluppo Italia Sicilia, Csna e Think Tank, che si chiuderà domenica 24 e che ha portato a Siracusa circa settanta imprenditori di origine siciliana, oggi residenti negli Stati Uniti. "Chiediamo fatti e non parole", ha detto il presidente della Confederazione dei siciliani del Nord America durante il suo
intervento. E poi ha aggiunto: "E per dimostrare la nostra voglia di concretezza, vi annuncio che tra due ore sarà firmata la prima lettera di intenti tra la Eolo Energia srl, che fa capo al gruppo romano Todaro spa, e la Verde Bio Fuels del Sud Carolina".
Un investimento che richiederebbe l'immediato coinvolgimento di un centinaio di lavoratori - un investimento iniziale di 400 milioni di euro", spiega a Livesicilia il presidente del gruppo, Angelo Todaro. "Si tratta - aggiunge Todaro - di un impianto pilota non solo per la Sicilia, ma per tutta l'Italia e
per l'Europa, che trasferirebbe energia all'intero bacino del Mediterraneo".
La convention, alla quale hanno preso parte, tra gli altri, il vicepresidente della Regione Siciliana, Titti Bufardeci, l'assessore regionale all'industria, Pippo Gianni, e il sindaco di Siracusa Roberto Visentin, proseguirà nel pomeriggio con i tavoli tematici tenuti da Sviluppo Italia Sicilia.