Live Sicilia

Palermo

Palazzo Abatellis, ecco il nuovo
progetto di comunicazione


Articolo letto 760 volte

VOTA
0/5
0 voti

comunicazione, corso, palazzo abatelliss, palermo, por, progetto, sicilia, Zapping
In vista dell’imminente riapertura dopo i lavori di restauro, la Galleria Regionale della Sicilia “Palazzo Abatellis” presenta il Progetto di comunicazione integrata, reso possibile grazie all’intervento del POR Sicilia 2000-2006, che prevede la diffusione della nuova immagine e del nuovo logo di Palazzo Abatellis, il cui percorso espositivo rappresenta ancora oggi una delle più significative opere di sistemazione museale in Italia.
Grazie a una serie di materiali divulgativi caratterizzati da una grafica raffinata e al tempo stesso di forte impatto, la Galleria Regionale della Sicilia “Palazzo Abatellis” raggiunge gli standard promozionali dei più noti e grandi musei europei, per meglio divulgare, far conoscere e apprezzare i suoi capolavori e la sua sede di straordinaria valenza architettonica, e per far scoprire ad un pubblico sempre più vasto l’eccezionale portata dell’offerta artistica di Palazzo Abatellis.
“Ci è sembrato quanto mai opportuno – afferma l’architetto Giulia Davì, attuale direttore di Palazzo Abatellis – presentare il progetto di comunicazione integrata a pochi mesi dalla riapertura del museo, il momento giusto per rilanciarne l’immagine attraverso la diffusione di materiale di diverso genere per far conoscere in maniera più compiuta e a vari livelli la nuova immagine del museo. Attraverso questo progetto desideriamo ribaltare il concetto di offerta museale, stabilendo vari livelli di fruizione, dal bambino di scuola primaria allo studioso più esperto”.
Negli ultimi anni di Palazzo Abatellis si è parlato soprattutto grazie all’Annunziata di Antonello da Messina, il cui valore assoluto è stato peraltro riconosciuto dalle esposizioni delle opere di Antonello a New York e a Roma, eventi a cui hanno partecipato centinaia di migliaia di visitatori. E proprio attorno all’Annunziata ruota il fulcro della nuova immagine della Galleria Regionale della Sicilia, costituendone il logo e ponendosi come simbolo dell’intera struttura.
“L’importanza del progetto di comunicazione integrata – osserva Vincenzo Abbate, ex direttore del Museo – è la valorizzazione di un’Istituzione come quella di Palazzo Abatellis che passa attraverso nuove forme di offerta. Il nuovo logo, il materiale cartaceo da distribuire ai visitatori e la ristrutturazione del sito internet servono a rappresentare sotto una luce diversa non soltanto la Galleria Regionale della Sicilia, ma anche l’intera offerta culturale della città di Palermo”.
Accanto al progetto di presentazione della nuova immagine  del Museo, ponendosi come ideale conclusione del percorso, si affianca la presentazione del video “Eleonora e le altre – Immagini di donna nei musei siciliani” di cui è stata già diffusa la versione cartacea, ad opera di Joselita Ciaravino, con la regia di Sergio Gianfalla, e di cui il ritratto dell’Annunziata ed il Busto di Eleonora d’Aragona rappresentano l’asse portante.
Il progetto del video “Eleonora e le altre – Immagini di donna nei musei siciliani” prende origine, così come sostenuto dalla stessa autrice, dal desiderio di disegnare un percorso visivo che si snoda tra opere d’arte di varia fattura, situate in gallerie e istituzioni della Regione, al fine di proporre una lettura originale dell’evoluzione delle arti in Sicilia. Filo conduttore di questo ideale viaggio è uno dei temi più affascinanti e senza tempo dell’arte, il femminile, nelle sue inevitabili declinazioni antropologiche e sociali oltre che artistiche. Un viaggio che attraversa i secoli e che vuole essere un piacevole assaggio di problematiche complesse quanto di grande interesse, in cui la storia dell’arte locale si intreccia a vicende europee, ai cambiamenti dei costumi e del gusto, a disposizione del turista ma anche di chi conosce già l’offerta museale siciliana ma desidera scoprirla secondo nuovi punti di vista.