Live Sicilia

La crisi alla Regione

Aspettando la squadra
Oggi vertice Pdl a Roma


Articolo letto 436 volte

VOTA
0/5
0 voti

crisi, leanza mpa, miccichè pdl, nuova giunta lombardo, regione siciliana, sicilia, Politica

Non a caso, abbiamo scelto un fotomontaggio che, secondo noi, vale più di mille commenti (l'immagine originale presa dal sito www.bustocco.it immortala il glorioso Pro Patria). La politica ha assunto da tempo il linguaggio pallonaro. Il risultato, l'andare in rete, la squadra, il team, etc etc... E' stato Silvio Berlusconi a sdoganare, tra l'altro, il vocabolario plebeo della pelota, conducendolo di diritto nel firmamento della noblesse istituzionale. Dunque, ci adeguiamo per esprimere, soprattutto, un moderato scoraggiamento. Le squadre di governo, qui in Sicilia, scendono in campo, ma raramente vincono. E talvolta le figurine vengono cambiate in corso d'opera. Perciò la scelta migliore è la prudenza: un bel punto interrogativo sul viso dei competitori e via. Anche il bianco e nero d'annata, quasi crepuscolare, ci appare come la tinta adatta per sottolineare il peso di troppe esperienze tormentate. La nebbia, in politica, è sempre siciliana. La diraderà un vertice del Pdl previsto per oggi pomeriggio a Roma?



Le voci di corridoio indicano che, forse, oggi, si dovrebbe sapere già qualcosa sulla crisi regionale al buio. L'azzardo lombardiano dovrà approdare a un risultato nel breve termine. Il tempismo è una componente essenziale del suo blitz. L'Italpress e le altre agenzie lo confermano. I primi nomi della giunta potrebbero essere ufficializzati proprio oggi. Tra i nuovi assessori ci potrebbero essere il presidente della Fondazione Banco di Sicilia, Gianni Puglisi; il presidente della Triennale di Milano, Davide Rampello; Marco Venturi, presidente regionale della Piccola e media Industria;  tra i tecnici confermati Massimo Russo e Giovanni Ilarda. Lombardo potrebbe però decidere di nominare solo parte dell'Esecutivo, mantenendo temporaneamente per sé alcune deleghe. Ciò per mettere la macchina amministrativa in grado di ripartire, bypassando le tensioni politiche che sono state alla base della sua decisione di azzerare la giunta. Di bypass in bypass. Aspettando una squadra, almeno da tranquilla salvezza.