Live Sicilia

L'irruzione al Bds di via Mariano Stabile

Palermo, in nove rapinano una banca


Articolo letto 463 volte

VOTA
0/5
0 voti

banco di sicilia, furto, polizia, rapina, Cronaca
Rapina a mano armata all'agenzia del Banco di Sicilia, di via Mariano Stabile, a Palermo. Il colpo è stato messo a segno da nove persone, due delle quali armate di tagliabalsa. Dopo avere arraffato il bottino si sono allontanate facendo perdere le tracce.
Secondo quanto rende noto la Fiba Cisl, sembra che i rapinatori si siano nascosti in una scala interna, forse travestiti da addetti di una ditta di pulizie o altro e hanno fatto irruzione nei locali dell'agenzia dopo la chiusura dello sportello pomeridiano. Tenuto conto che oggi è il 27 del mese, il bottino e' stato ingente: oltre 220.000 euro.
"E' preoccupante la recrudescenza dei colpi in banca dall'inizio dell'anno - affermano Camillo Bongiovì, coordinatore Fiba Cisl Bds e Gabriele Urzì, dirigente nazionale Fiba Cisl - ed è arrivato il momento che si comprenda che, al di là della valenza dei deterrenti meccanici ed elettronici, l'unica misura di sicurezza veramente efficace per la prevenzione delle rapine è la guardiania armata. I dati palermitani, della Regione e dell'intero paese parlano chiaro. Su dieci rapine solo una avviene in una filiale protetta dalla guardia armata. Quindi il 90% dei colpi avvengono in filiali sguarnite da metronotte. Purtroppo le aziende, mascherando la volontà di ridurre i costi con l'esaltazione delle misure di prevenzione tecnologiche (roller cash cioè cassetti blindati, impianti biometrici installati all'ingresso delle agenzie e videosorveglianza) hanno ridotto drasticamente le guardie armate a presidio delle agenzie, con gli effetti nefasti che stiamo vivendo sempre più drammaticamente".