Live Sicilia

Legalità

Al via stagione campi studio
in terre confiscate alla mafia


Articolo letto 559 volte

VOTA
0/5
0 voti

alto belice, antimafia, campi studio, cooperativa loavoro e non solo, mafia, maria domina, maria giudice, progetti legalità, terreni confiscati, Zapping
Dal 10 giugno - per cinque mesi - ripartiranno i campi di studio e lavoro sulle terre confiscate alla mafia nei territori dell'Alto Belice Corleonese (Pa). Nove i campi previsti, rivolti ai giovani di tutta Italia per sensibilizzarli sulla tematica della lotta alla criminalità organizzata.

Ciascun campo, della durata di due settimane, vedrà alternarsi momenti di lavoro sulle terre confiscate, al fianco dei soci della cooperativa "Lavoro e non solo", a momenti di studio della storia del movimento antimafia e attività di animazione territoriale a Corleone.  Come già accaduto durante le precedenti edizioni, i campi saranno dedicati a due figure che si sono distinte nelle lotte per la dignità, i diritti e la giustizia sociale: Maria Domina, sindacalista della Cgil Sicilia, animatrice e organizzatrice delle donne durante la lotta dei braccianti e delle contadine per l'occupazione dei feudi; e Maria Giudice, socialista di origini lombarde, dirigente sindacale, arrestata nel 1922 per "eccitamento all'odio di classe".

I singoli e i gruppi interessati a partecipare ai campi di studio e lavoro "LiberArci dalle Spine", possono inviare una mail all'indirizzo info@lavoroenonsolo.com, oppure chiamare il numero 091.6101000.

Foto © Valentino Liberto