Live Sicilia

L'ultima polemica sulla giunta

Maira (Udc): "Calma, o si vota"
Leanza (Mpa): "Niente veti"


Articolo letto 481 volte

VOTA
0/5
0 voti

lino leanza, lombardo, Mpa, Rudy Maira, udc, Politica
Una giornata al calor bianco, in attesa della giunta che dovrebbe essere partorita domani, registra ancora lo scontro di due campioni su sponde contrapposte: Rudy Maira (Udc) e Lino Leanza (Mpa). "Se il governatore Raffaele Lombardo presenterà domani la nuova giunta si andrà ad elezioni anticipate". Per il capogruppo dell'Udc all'Assemblea regionale siciliana, Rudy Maira, "questa non è una minaccia ma una constatazione, perché il nuovo esecutivo non avrà l'appoggio di Pdl e Udc e sarà senza maggioranza in aula".

"Se invece il presidente della Regione si prende un momento di riflessione e presenta la nuova giunta dopo le elezioni europee - prosegue - la legislatura proseguirà senza intoppi".

"Noi non accettiamo veti o minacce", ribatte il segretario dell'Mpa, Lino Leanza. "So che Lombardo ha scelto da qualche ora il silenzio, e mi auguro che la riflessione - aggiunge tuttavia Maira - sul varo di una nuova giunta, appoggiata dall'intera coalizione di centrodestra con Pdl e Udc, possa tenere conto del fatto che sul programma e sui nomi si trovi l'intesa subito dopo le elezioni europee. Altre due settimane di attesa non cambiano certo le sorti della Sicilia".