Live Sicilia

"Raffaele Lombardo mistifica la realtà"

Cammarata contro Lombardo:
"Non ho cacciato Mpa da giunta"


Articolo letto 442 volte

VOTA
0/5
0 voti

assessori mpa, cammarata, giunta comune, palermo, raffaele lombardo, Politica
"Ancora una volta Raffaele Lombardo mistifica la realtà e ribalta i termini delle cose". Il sindaco di Palermo, Diego Cammarata, ribatte alla dichiarazione di Lombardo secondo cui gli esponenti dell'Mpa sono stati "cacciati dalla giunta di Palermo senza preavviso ne' scuse".

"Anche in quella occasione - sottolinea il sindaco di Palermo - è stato lui a rompere l'alleanza appena sottoscritta. Non ho revocato le deleghe agli assessori dell'Mpa per una improvvisa ed immotivata decisione: i consiglieri comunali che fanno riferimento a Lombardo, infatti, nello scorso mese di novembre hanno fatto mancare prima il numero legale e poi si sono astenuti nel voto sul bilancio consuntivo mettendosi loro, di fatto, fuori dalla maggioranza. Avevo ribadito più volte agli alleati, e sottolineato con due interviste al 'Giornale di Sicilia' e a 'La Sicilia' poco prima che il consuntivo andasse in aula che, in considerazione dell'importanza anche politica di quell'atto amministrativo, il non votarlo ( attraverso un voto contrario, un'astensione o anche la sola assenza dall'aula) sarebbe apparsa come un'evidente chiamata fuori dall'alleanza, all'interno della quale il sostegno politico non può avvenire in maniera condizionata o intermittente.

I consiglieri dell'Mpa, nonostante tutto, hanno deciso di astenersi. Conseguenza inevitabile - conclude il sindaco - è stato il ritiro delle deleghe agli assessori di Lombardo. Nessun rapporto con quanto accaduto in questi giorni alla Regione ed è risibile che Lombardo tiri fuori quella vicenda per giustificare il suo comportamento odierno in cui appare evidente, una volta di più, che per lui le alleanze non contano nulla".