Live Sicilia

Sulla nave anche l'attore Sergio Friscia

Passeggeri sbarcano al porto di Palermo
Lavaggi: "Tutti in discrete condizioni"


Articolo letto 594 volte

VOTA
0/5
0 voti

capitaneria di porto palermo, incendio, lavaggi, naufragio, tirrenia, traghetto, Cronaca
Pochi minuti fa sono arrivati al porto di Palermo la nave Snav Sardegna e una motovedetta della Guardia costiera che avevano preso a bordo i passeggeri soccorsi al largo di Ustica dopo l'incendio scoppiato all'alba a bordo del traghetto Vincenzo Florio. Le loro condizioni sono buone. Una donna incinta per precauzione e' stata portata in ospedale.
Tra i passeggeri c'era anche Marianna Ammirata, 27 anni, e la nipotina di 4 anni. In lacrime la ragazza racconta di avere "vissuto momenti di grande paura", "soprattutto quando hanno tagliato le corde della scialuppa per farci scendere in mare".
Un'altra passeggera, Alessandra Basile, 24 anni di Monreale, dice che "in un primo tempo l'incendio sembrava spento", poi "e' divampato di nuovo anche se noi non abbiamo visto le fiamme ma solo fumo". "Ci hanno fatto salire nella parte superiore della nave, prima hanno fatto accomodare sulle scialuppe donne e bambini poi tutti gli altri".
A bordo del traghetto c'era anche l'attore palermitano Sergio Friscia.
"I soccorsi sono stati celeri. Intorno alle 4 - ha raccontato Friscia ai giornalisti - si sono riempiti di fumo i corridoi e ci hanno bussato alle porte delle cabine per farci uscire. All'inizio pensavamo che l'incendio fosse stato domato tant'e' che la nave e' ripartita. Poi pero' si e' fermata. Il fumo e' diventato nero e si respirava a fatica. Cosi' sono state calate le scialuppe di salvataggio e alle 5.45 siamo scesi dalla nave. L'equipaggio ha fatto un grandissimo lavoro. Nonostante qualche momento di paura la situazione e' stata sempre sotto controllo".
"I passeggeri - precisa l'ammiraglio Ferdinando Lavaggi della Capitaneria di porto di Palermo - sono tutti in discrete condizioni. La prima parte dell'operazione si sta concludendo, poi sbarcheremo i naufraghi, perche' di naufraghi dobbiamo parlare".
"L'incendio - riferisce Lavaggi - ha causato una notevole produzione di fumo. Il comandante ha fatto salire i passeggeri in plancia e ha cercato di continuare il viaggio. Ma poi il timone si e' bloccatto e la Florio e' rimasta alla deriva. A quel punto e' scattato l'ordine di far scendere i passeggeri nelle scialuppe". Il traghetto Florio sara' adesso rimorchiato e giungera' nel porto del capoluogo siciliano fra circa quattro ore. La Procura di Palermo ha aperto una indagine contro ignoti.