Live Sicilia

Palermo

Gli orologi e i gioielli Muller
illuminano Villa Igea


Articolo letto 3.446 volte

VOTA
0/5
0 voti

frank muller, gioielli, orologi, palermo, villa igea, Zapping
Dalle sponde del lago di Ginevra alla Sicilia della Belle Epoque, con lo splendido scenario dell’hotel Villa Igiea di Palermo. E’ qui, tra le pendici del Monte Pellegrino e la vista mozzafiato sul golfo del capoluogo che lo svizzero Franck Muller, fondatore di una prestigiosa casa di orologi e gioielli, ha accolto personalmente i propri clienti, in una serata a inviti dove non sono mancati gli ospiti d’eccezione. Tra giochi di luce e pietanze raffinate sono stati presentati alcuni modelli in mostra nella nuova boutique inaugurata all’hotel Hilton Villa Igiea.
A capo di una maison con oltre 1000 dipendenti che produce sette marchi nel mondo e circa 60mila orologi l’anno, Muller si è specializzato nel restauro di orologi antichi. Azionista e socio del gruppo è un siciliano, Gaspare Barresi, originario di Siracusa, che distribuisce il marchio tra Ginevra, Milano, Atene e presente all’evento. Madrina di una delle linee prodotte dalla maison svizzera è l’attrice Anna Falchi, che confessa: “Sono un’appassionata di orologi, anche se non posso permettermi i pezzi pregiati della Franck Muller”. La showgirl è un’amante della Sicilia dove “Torno spesso volentieri – dice - ormai sono habitué del teatro Massimo”, è al lavoro per un progetto che la farà tornare presto sul grande schermo, ma sul quale preferisce mantenere il più stretto riserbo. Tra la selezionata folla di invitati anche Nino Salerno, presidente di Confindustria Palermo e componente della giunta nazionale di Confindustria e il presidente della Provincia di Palermo Giovanni Avanti. E tra gli ospiti della serata, anche l’attaccante rosanero Fabrizio Miccoli che ha da poco prolungato al 2012  il proprio contratto con il Palermo e che non risparmia battute e sorrisi ai presenti. “Purtroppo per mia moglie sono un appassionato di orologi e la casa Franck Muller è un’istituzione”, racconta il calciatore salentino. “Peccato che Muller faccia una breve tappa a Palermo, l’ho invitato a vedermi giocare allo stadio – dice, assicurando di non avere in programma una tappa in Svizzera – semmai mi piacerebbe fare un salto a Montecarlo”. Ma l’orologio ideale che Miccoli vorrebbe per sé come sarebbe? Il centravanti non ha dubbi: “Con un quadrante essenziale, senza numeri, tranne uno. Il numero 10!”.
Per chi volesse ammirare i modelli più esclusivi della casa svizzera, un’esposizione permanente è stata allestita nella sede del negozio palermitano “Passione del tempo” in via Torrearsa, a Palermo.