Live Sicilia

Regione

Il coro del Pdl:"La Sicilia messa
in ginocchio da pseudo-risanatori"


Articolo letto 493 volte

VOTA
0/5
0 voti

Mpa, pdl, Politica, regione, sicilia, Politica
"Morte del presidente, insulti giornalieri: sono questi i temi evocati dai rappresentanti della cosiddetta autonomia. Un miscuglio di suggestione, minacce, vittimismo, bugie per mascherare l'azione distruttiva di uomini travestiti da pseudo risanatori che hanno messo e stanno mettendo la Sicilia in ginocchio". E' quanto affermano in una nota congiunta, in risposta al senatore del Mpa, Giovanni Pistorio, i deputati regionali Pdl Fabio Mancuso, Giuseppe Limoli, Antonino Bosco, Roberto Corona, Antonino D'Asero, Salvino Caputo.
"Stia tranquillo Pistorio, nessuno tocchera' il Re. Nessuna parte del disegno di legge presentato in Senato da Gasparri, Quagliarello e Vizzini - aggiungono - parla di morte. Prima di sproloquiare su saccheggi che altri avrebbero o vorrebbero compiere (come si legge in un comunicato diffuso dal presidente del gruppo Misto al Senato), l'onorevole Pistorio legga gli atti parlamentari. E, comunque, risparmi ai siciliani queste sortite, in quanto da tutti e' riconosciuto come l'autore principale del saccheggio in Sicilia sulla gestione della "sua" sanita' da assessore regionale; quanto di piu' devastante per la salute e per le casse della Sicilia non era possibile attuare, con un'azione spregiudicata perpetrata a danno di tutta l'isola. E, qualora qualcuno abbia dubbi, siamo pronti a dimostrarlo in qualsiasi confronto pubblico. Inoltre, piu' che mobilitarsi con qualche aderente a improbabili quanto inutili manifestazioni, suggeriamo all'onorevole e ai falsi autonomisti di lasciare tutte le cariche elemosinate nel corso di questi anni e di chiedere scusa a tutti i siciliani per l'inganno messo in atto con la formazione di liste cosiddette autonomiste che nulla c'entrano con la politica ma molto, invece, con gli affari. La nomina di dirigenti generali che hanno il solo merito di avere la tessera dello pseudo partito di Pistorio e la formazione della giunta, la quale certifica il prezzo da pagare per la riforma sanitaria con certi ambienti, sono la prova lampante - concludono i parlamentari del Pdl - che ci troviamo davanti a soggetti senza scrupoli e pronti a distruggere la Sicilia".