Live Sicilia

Il capogruppo del Pdl all'Ars

Leontini avverte i suoi: "Chi non vota
la mozione di censura sarà sospeso"


Articolo letto 470 volte

VOTA
0/5
0 voti

leontini, mozione censura, pdl, Politica, regione, Politica
"Gli esponenti del Pdl che non voteranno la mozione di censura al governo Lombardo, nella seduta straordinaria convocata in Aula per il 4 giugno, saranno sospesi". Lo ha detto oggi, a Palermo, il capogruppo del Pdl all'Ars, Innocenzo Leontini, nel corso di una conferenza stampa convocata a palazzo dei Normanni.
In seguito Leontini, ritornando sulla decisione dei vertici del suo partito di sospendere gli assessori Cimino, Gentile e Bufardeci, nominati ieri dal presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, ha aggiunto: "In Aula ribadiremo la nostra posizione, cioe' che non riconosciamo il loro ruolo. Assumeremo - ha precisato il capogruppo del Pdl all'Ars - una posizione ostile contro la ricomposta giunta e chi vi ha aderito". Sul caso dei tre assessori nominati da Lombardo, e' trapelato che alcuni componenti del gruppo parlamentare del Pdl all'Ars, tre per l'esattezza, erano addirittura per la loro espulsione.
Leontini ha concluso il suo intervento con un 'ammonimento' al governatore Lombardo: "Gli suggeriamo di fermarsi e di ripristinare la coalizione cosi' come e' stata votata dai cittadini. Dopo le Europee quindi bisognerebbe rilanciare l'attivita' di governo e il programma, attraverso la ricomposizione di una nuova giunta".