Live Sicilia

Emergenza rifiuti a Palermo

Rita Borsellino: "Berlusconi mente, così non si può andare avanti"


Articolo letto 335 volte

VOTA
0/5
0 voti

amia, berlusconi, cammarata, emergenza rifiuti, galioto, pd, pdl, rita borsellino, Cronaca, Politica
"Quando dice di voler risolvere l'emergenza rifiuti di Palermo dopo le elezioni, Berlusconi mente. Il premier sa benissimo che per risolvere questa grave situazione l'unico modo e' quello di rompere lo scellerato patto clientelare che ha ingigantito la pianta organica dell'Amia, portandola al crac. E sa bene anche i nomi dei fautori di tale patto, visto che fanno quasi tutti parte del suo partito, il Pdl. Come quel Vincenzo Galioto, l'ex presidente dell'Amia, che dopo aver sperperato i fondi dell'azienda, e' stato premiato dallo stesso Berlusconi con un seggio al Senato". Lo ha detto Rita Borsellino, capolista del Pd alle europee per la Sicilia e Sardegna, al margine della conferenza stampa sul 'caso Amia' cui hanno partecipato anche Antonella Monastra e Nadia Spallitta, consiglieri comunali di Un'altra Storia.
"Cosi' - ha aggiunto - non si puo' andare avanti. E' vergognoso che ora si punti il dito contro il centrosinistra, incitando la piazza all'odio contro chi si e' opposto ad un ingiusto e inutile aumento della tassa sui rifiuti. Questa amministrazione comunale ha fallito su tutti i fronti. Si pensi, ad esempio, all'impianto di selezione e valorizzazione dei rifiuti provenienti dalla raccolta differenziata dell'Amia di Partanna Mondello (Palermo) costruito nove anni fa con fondi ministeriali, poi rifinanziato con fondi Cipe, capace di riciclare ogni anno 14.520 tonnellate di plastica e metalli e 29.903 tonnellate di carta. Una struttura costata 2 milioni di euro e mai entrata in funzione".