Live Sicilia

Trovata morta nel suo hotel, ancora oscuro il movente

Palermitana uccisa a Cuneo:
arrestato presunto omicida


Articolo letto 541 volte

I carbainieri lo hanno rintracciato a Fossano. Era in stato confusionale ed è stato trovato in possesso di un coltello. Avrebbe ammesso le proprie responsabilità ma non avrebbe spiegato i motivi dell'omicidio. Rosaria Perricone negli anni '70 aveva lasciato Palermo, dove era nata, e si era trasferita in provincia di Cuneo, a Casteldelfino dove gestiva un albergo

VOTA
0/5
0 voti
casteldelfino, cuneo, fabrizio roasio, hotel leon d'oro, omicidio donna palermitana, rosaria perricone, valle varaita, Cronaca
Un uomo è stato fermato dai carabinieri nell'ambito delle indagini sull'assassinio di Rosaria Perricone, 67 anni, originaria di Palermo, uccisa domenica pomeriggio con una trentina di coltellate in una camera dell'hotel Leon d'Oro, che gestiva a Casteldelfino, in valle Varaita, in provincia di Cuneo.

In manette è finito Fabrizio Roasio, di 31 anni, disoccupato e con piccoli precedenti penali per reati contro il patrimonio. I militari lo hanno rintracciato a Fossano. Era in stato confusionale ed è stato trovato in possesso di un coltello. L'indagato, che avrebbe ammesso le proprie responsabilità, non avrebbe però spiegato i motivi che l'hanno indotto a uccidere la donna. Rosaria Perricone negli anni '70 aveva lasciato Palermo, dove era nata, e si era trasferita in provincia di Cuneo, a Casteldelfino dove gestiva un albergo. Era vedova e madre di tre figli.