Live Sicilia

Lettera del sindaco sui rifiuti

Cammarata: turisti, scusate
E scoppia la polemica


Articolo letto 646 volte


berlusconi, cammarata, cassonetti, emergenza rifiuti palermo, immondizia, munnizza, raccolta, Cronaca
Una lettera indirizzata ai turisti e ai visitatori presenti a Palermo firmata dal sindaco Diego Cammarata. Una lettera di scuse, a nome di tutti i palermitani, per i disagi provocati in questi giorni dall'emergenza rifiuti. E scoppia la polemica. La missiva è stata inviata stamattina agli alberghi della città ed è rivolta agli ospiti che, in visita nel capoluogo siciliano, hanno trovato strade, piazze storiche e percorsi turistici deturpati dai rifiuti, a causa dello stop, ormai rientrato, del servizio di raccolta. Il Pd attacca. "Una lettera ai turisti? Cammarata dovrebbe scrivere ai palermitani, è innanzitutto a loro che il sindaco deve chiedere scusa". Lo dice Davide Faraone, deputato regionale e capogruppo del Pd al Comune di Palermo.

"Oltretutto - aggiunge Faraone - non si capisce a che titolo Cammarata chieda scusa 'a nome dei palermitani': cosa c'entrano i palermitani? Che colpa hanno se la città è invasa dai rifiuti? Il responsabile di questo disastro è Cammarata, è lui e solo lui a dover chiedere scusa: innanzitutto ai palermitani".

"E' davvero surreale il comportamento del sindaco di Palermo Diego Cammarata, il quale, dopo quasi dieci anni di malgoverno, chiede scusa 'a nome di tutti i palermitani' per l'emergenza rifiuti. Vale a dire a nome di chi non ha avuto alcuna colpa se non quella di vedere i propri quartieri sprofondare sotto montagne di spazzatura e che per questo ha continuato a pagare l'imposta sui rifiuti più alta d'Italia". Lo afferma in una nota Sergio D'Antoni, responsabile Mezzogiorno del Partito Democratico. "Fossimo nei panni del primo cittadino - aggiunge - ci preoccuperemmo piuttosto di chiedere scusa a loro e in particolare ai propri elettori, che in questi giorni vedono il risultato di otto anni di malapolitica spendacciona e clientelare".

Il testo della lettera
La lettera di scuse comincia così: "Desidero esprimervi il mio rammarico per il disagio che in questi giorni avete provato  nel girare la nostra città - scrive il sindaco Cammarata -. L'emergenza, determinata da uno sciopero degli addetti alla raccolta della spazzatura, verrà superata nel più breve tempo possibile. Infatti, già da due giorni il servizio è tornato ad essere regolare e, grazie anche al supporto offerto dalla Protezione Civile, in pochi giorni tutto tornerà alla normalità, consentendo anche a voi, gentili ospiti, di girare serenamente per Palermo apprezzando il ricco ed interessante patrimonio artistico ed architettonico".

"Vi ringrazio per la pazienza - conclude il sindaco nella lettera - e vi porgo le scuse a nome di tutti i palermitani, che si sono sempre storicamente distinti per la naturale capacità di accogliere e di ospitare".