Live Sicilia

Si doveva discutere della crisi di governo

Lombardo chiede il rinvio
Salta la seduta all'Ars


Articolo letto 419 volte

VOTA
0/5
0 voti

ars, Cascio, lombardo, seduta, Politica
Il Governatore siciliano Raffaele Lombardo con una lettera ha chiesto al presidente dell'Ars, Francesco Cascio, di rinviare la seduta straordinaria in programma per stamattina a Sala d'Ercole per discutere delle tensioni interne al Pdl, in attesa che venga completata la nuova Giunta.
Cascio, dopo avere letto in Aula la lettera, si e' detto disposto ad accogliere la richiesta di rinvio.
La seduta era stata chiesta da 37 deputati del Pdl e dell'Udc all'indomani dell'azzeramento della compagine governativa.
Dopo la riunione della conferenza dei capigruppo, "vista l'assenza del presidente della Regione in aula" e "in attesa del completamento della Giunta", Cascio ha ritenuto necessario accogliere la richiesta di rinvio della seduta formulata dal Governatore.
D'accordo sul rinvio si e' detto anche l'Udc, mentre contrario si e' detto il capogruppo del Pd, Antonello Cracolici, parlando di "governo della resa dei conti nel centrodestra".
Il Partito democratico ha anche presentato un ordine del giorno nel quale si "valuta l'azzeramento della Giunta l'inevitabile epilogo del fallimento della coalizione di centrodestra", "irriguardoso per l'autonomia della Regione Siciliana la decisione del Governatore di rinviare il completamento della Giunta alla negoziazione post-elettorale con il presidente del Consiglio" e si "esprime un giudizio fortemente negativo sulla decisione del presidente della Regione di tentare di superare la crisi politica con un governo incompleto nei numeri e con un'alleanza che porta in se' gli stessi limiti programmatici e politici che hanno determinato l'azzeramento della precedente Giunta"