Live Sicilia

Dopo l'annuncio di Cammarata

L'opposizione: "Serve anche un nuovo sindaco"


Articolo letto 493 volte

VOTA
0/5
0 voti

amia, cammarata, giunta, opposizione, pd, sindaco, Politica
“Serve una nuova giunta, ma soprattutto serve un nuovo sindaco”. E’ la replica del Pd alle affermazioni di Diego Cammarata. Secondo Antonello Cracolici e Davide Faraone, rispettivamente capogruppo all’Ars e al Comune dei democratici: “Palermo deve uscire dalla crisi profonda nella quale l’ha cacciata il centrodestra, e non è immaginabile che chi ha sperperato i soldi pubblici, come ha fatto Cammarata, possa gestire un solo euro in più. Chi non ha saputo gestire l’ordinario non può certo essere credibile quando chiede di gestire lo straordinario. Cammarata ha già dimostrato di non essere in grado di amministrare la città: si dimetta e lasci a qualcun altro il difficilissimo compito di risanare”.
Interviene sulla nomina di Gaetano Lo Cicerlo alla direzione dell’Amia, invece, Antonella Monastra, capogruppo di Un’altra storia. “E l’ennesimo pasticcio all’insegna della mancanza di chiarezza – commenta - Una nomina anomala, che denota un’incongruenza di fondo: essendo stato direttore generale negli anni del disastro dell’Amia e non avendo saputo vigilare allora, come può garantire una governance dell’azienda di segno diverso da oggi in poi?  I veri segnali di un cambio di rotta nella gestione dell’Amia dovrebbero tradursi invece immediatamente in fatti concreti come la raccolta porta a porta dei rifiuti e nella differenziata. E’ indispensabile poi sciogliere alcuni nodi cruciali– continua la Monastra – come la questione della inadeguatezza della discarica di Bellolampo, denunciata da noi più volte in aula, e il tema delle assunzioni ‘misteriose’ dal 2005 in poi. In particolare, per fare luce su questo ultimo punto abbiamo anche presentato ieri  un’interrogazione al sindaco, affinchè la cittadinanza possa sapere quali criteri e modalità sono stati adottati per le assunzioni, specie quelle del 2007”. G.P.