Live Sicilia

Il destinatario è Gaetano Lunetto, imprenditore di Partinico

Beni per tre milioni
confiscati dalla Dia


Articolo letto 663 volte

VOTA
0/5
0 voti

beni sequestrati, confiscati, dia, gaetano lunetto, partinico, Cronaca
Beni per oltre 3 milioni di euro sono stati confiscati dalla Dia (Direzione Investigativa Antimafia) di Palermo a Gaetano Lunetto, imprenditore edile operante a Partinico e nelle zone limitrofe. La confisca, su proposta avanzata dalla Dia, ha riguardato immobili e terreni nel comune di Partinico.

Lunetto è stato accusato e condannato con sentenza definitiva per associazione mafiosa. L'imprenditore è stato indicato da vari collaboratori di giustizia come molto vicino agli ambienti mafiosi e ai boss di Partinico, come il noto Antonino Geraci, con il quale aveva instaurato rapporti societari occulti, attraverso cui la sua impresa si è andata via via sviluppando, fino ad occupare una stabile e rilevante posizione nell'ambito dell'imprenditoria mafiosa, operante nei territori soggetti alla forza intimidatoria nel mandamento di Partinico. Anche Gaetano Lunetto, secondo quanto accertato dagli investigatori, avrebbe fornito un notevole contributo alla latitanza del boss Giovanni Brusca.