Live Sicilia

CRONACA

Gela: Guardia di Finanza scopre un giro di fatture false, 4 arresti


Articolo letto 1.163 volte

VOTA
0/5
0 voti

fatture false, guardia di finanza, truffa, Le brevi
Un giro di fatture false per milioni di euro e' stato scoperto dalla Guardia di finanza che ha arrestato per frode fiscale quattro persone. In manette sono finiti Vincenzo Romano, legale rappresentante della societa' Cedis di Gela, ed i suoi tre figli, Fabio Massimo Gaetano, Fabrizio e Flavia.
L'imprenditore, secondo quanto accertato dalle fiamme gialle, avvalendosi di circa undici diverse ditte compiacenti, di cui una risultata completamente inesistente, si sarebbe fatto rilasciare fatture false, per prestazioni di servizio e/o cessioni di beni mai avvenuti, che venivano contabilizzate dalla Cedis, per dedurre costi e detrarre Iva inesistenti. Le ditte coinvolte nella frode sono state denunciate per emissione di fatture false, avendo consentito alla societa' Cedis l'evasione di imposte per circa 10 milioni di euro.
La Guardia di finanza ha ricostruito i flussi finanziari distratti dalla societa' di Gela e sottratti al fisco, ammontanti, in un quinquennio, a circa 20 milioni di euro; le somme, sapientemente occultate in conti ed in investimenti di diverso genere, per circa 11 milioni di euro, intestati all'anziana mamma di Vincenzo Romano ed ai figli, sono state poste sotto sequestro preventivo.