Live Sicilia

"Sono sereno, fare luce su verità"

Vizzini si dimette dall'Antimafia


Articolo letto 465 volte

"Ho la serenità di chi sa di essere estraneo ad ipotesi di reato - dice Vizzini - e di potere compiutamente rispondere ai magistrati. Adesso si potrà fare luce sulle verità, mettendo fine al lungo e spesso velenoso chiacchiericcio che negli ultimi mesi mi ha accompagnato". E intanto il Senatore abbandona la commissione parlamentare Antimafia

VOTA
0/5
0 voti

carlo vizzini, ciancimino jr, indagati, tesoro ciancimino, Cronaca, Politica
"Ho ricevuto un'informazione di garanzia per corruzione con l'aggravante dell'articolo 7 in relazione alle vicende del cosiddetto 'Gruppo Gas' (Ciancimino-Lapis)". Ad affermarlo è il senatore Carlo Vizzini che annuncia le sue dimissioni dalla commissione parlamentare antimafia.

"Ho la serenità di chi sa di essere estraneo ad ipotesi di reato - aggiunge Vizzini - e di potere compiutamente rispondere ai magistrati. Adesso si potrà fare luce sulle verità, mettendo fine al lungo e spesso velenoso chiacchiericcio che negli ultimi mesi mi ha accompagnato".

"Ho già detto - ribadisce il Senatore - e non ripeto quali sono stati i miei rapporti e quali le persone mai conosciute, anche presentando formale denuncia. Vivo, tuttavia, l'amarezza di trovarmi in questa condizione dopo avere contrastato con forza la mafia, i mafiosi ed i comitati d'affari. Ma proprio per questo devo essere rigoroso e coerente con me stesso e dunque ho immediatamente rassegnato le mie dimissioni dalla commissione parlamentare Antimafia, riservandomi di assumere altre decisioni dopo che sarò stato sentito dai magistrati".

"Ho sempre messo nel conto che la lotta alla mafia - conclude Vizzini - avrebbe scatenato risentimenti gravi di cui ho avuto percezione anche di recente, ma sono certo che c'e' una sede nella quale si puo' essere tutelati dalla infamia ed a questa adesso mi affido".