Live Sicilia

Sindaco e premier hanno discusso dell'Amia

Cammarata da Berlusconi:
"Silvio ha promesso che ci aiuterà"


Articolo letto 477 volte

VOTA
0/5
0 voti

amia, berlusconi, cammarata, sindaco, Politica
Il sindaco di Palermo, Diego Cammarata, ha incontrato ieri sera il premier Silvio Berlusconi. Il primo cittadino del capoluogo siciliano e' stato ricevuto a Palazzo Grazioli.
Oggi, intervistato dalle emittenti locali, ha raccontato il colloquio col premier: "Due giorni fa - ha detto Cammarata - avevo chiesto un incontro con il Presidente del Consiglio. Lui, sapendo l'urgenza e la delicatezza delle questioni, mi ha regalato un'ora del suo tempo".
Un'ora per discutere dell'emergenza Amia, e degli strumenti necessari per evitare nuovo caos e il fallimento dell'azienda. "Ho manifestato al capo del Governo - ha aggiunto il sindaco - le esigenze e le preoccupazioni per la carenza di risorse dovute all'impiego di 100 milioni di euri presi dal bilancio comunale per pagare i precari. Berlusconi - ha proseguito Cammarata - ha assicurato l'aiuto del Governo per portare avanti le politiche infrastrutturali necessarie a dare risorse vitali anche per l'attività amministrativa quotidiana, e, soprattutto, ha garantito un impegno finanziario per dare un futuro di stabilità all'Amia".

Soldi, insomma, che, a detta del sindaco, saranno presto nelle casse del Comune: "Abbiamo individuato - ha spiegato Cammarata - alcuni percorsi a brevissimo termine. Ci saranno trasmesse risorse per ricapitalizzare l'Amia e investire nel parco automezzi. Spero che già nel prossimo Consiglio dei Ministri saranno individuate norme che ci daranno la liquidità per il pagamento degli stipendi e che sia individuato il percorso per dotare l'amministrazione cittadina degli strumenti finanziari che permettano di aumentare il contratto di servizio in maniera strutturale".

Cammarata e Berlusconi, poi, hanno parlato anche dei fondi Fas: "Questo denaro sarà destinato alla Sicilia. Il Presidente del Consiglio vuole un'attenzione particolare per il capoluogo".