Live Sicilia

CRONACA

Si commemora la strage della circonvallazione


Articolo letto 1.080 volte

VOTA
0/5
0 voti

, Le brevi
Domani, alle 9.30, i carabinieri del Comando provinciale di Palermo commemoreranno le vittime della "Strage della Circonvallazione", avvenuta nel capoluogo siciliano il 16 giugno 1982. Nell'eccidio hanno perso la vita l'appuntato Silvano Franzolin, originario della provincia di Rovigo, e i carabinieri Luigi Di Barca, di Valguarnera, che lasciò la moglie incinta
della figlia oggi 25enne, e Salvatore Raiti, tutti in servizio presso la stazione carabinieri di Enna. L'agguato, di matrice mafiosa, fu compiuto da alcuni malviventi a bordo di un'auto che esplosero numerosi colpi di mitra, che
raggiunsero anche Giuseppe Di Lavore, autista giudiziario del mezzo con cui veniva trasferito a Trapani Alfio Ferlito, rimasto anche lui come tutti gli altri ucciso nell'agguato e ritenuto il vero obiettivo dell'attentato. Mandante della strage, secondo quanto stabilirono gli inquirenti, Nitto Santapaola, che da anni combatteva contro Ferlito una guerra per il controllo del territorio etneo.
Nel giorno della memoria, nel luogo dell'agguato, nei pressi dell'odierno civico 9201 di viale della Regione Siciliana, i vertici dell'Arma deporranno una corona di fiori in ricordo delle
vittime.