Live Sicilia

Le replica del senatore Pd

Lumia al vetriolo: "Romano
senza 'poltrone' perde la testa"


Articolo letto 615 volte

VOTA
0/5
0 voti

beppe lumia, crisi, fiat termini imerese, pd sicilia, regione siciliana, saverio romano, sicilia, udc, Politica
"Saverio Romano perde le poltrone e va fuori di testa aggrappandosi ad argomentazioni ridicole". Cosi' il senatore del Pd, Giuseppe Lumia, commenta le affermazioni del segretario siciliano in merito a una e-mail che proverebbe il sostegno del parlamentare del centrosinistra alla giunta di Raffaele Lombardo.
"Solo Romano - aggiunge - non sa che da anni seguo le sorti dello stabilimento Fiat di Termini Imerese. Un'ora dopo l'annuncio dell'azienda di riconvertire dal 2011 lo stabilimento, il sindaco di Termini Imerese, Salvatore Burrafato, e l'assessore all'Industria, Marco Venturi, hanno definito un piano d'azione". Lumia quindi spiega: "Il sindaco, non avendo una base d'appoggio a Roma, ha utilizzato il mio ufficio per una questione pubblica, che riguarda la sorte della produzione industriale della Fiat in Sicilia. Quello che il segretario regionale dell'Udc presenta come uno scandalo rappresenta semmai una nota di merito".
"Romano - prosegue Lumia - prenda pure tutti i filmati televisivi che mi ritraggono accanto all'assessore Venturi e al presidente della Regione nell'incontro di martedì scorso con il governo regionale, le organizzazioni sindacali e Confindustria siciliana. Questa prova, ancora più eclatante, quando la tira fuori? Siamo insomma al ridicolo. La verità è questa: Romano senza poltrone va fuori di testa".
"E' facile fare l'opposizione a Roma, ma non in Sicilia - aggiunge Lumia riferendosi a Romano - perché per lui significherebbe la fine del suo modo clientelare e colluso di fare politica. Romano, ribadisco, senza potere regionale non ha motivo di esistere. Ecco perché attacca l'assessore Venturi e il sottoscritto".
"Venturi - prosegue Lumia - non solo è persona onesta, ma al contrario di lui combatte la mafia". "La verità - conclude - è che Pdl e Udc in Sicilia sono ormai alla fine e non c'è poltrona che tenga. C'è una crisi politica senza precedenti, che sta facendo pagare alla Sicilia costi altissimi: Romano, allora, ci dica cosa ha fatto il suo partito per la Fiat di Termini Imerese. Perché appena un anno fa l'allora governo della regione guidato dall'Udc ha detto no al piano proposto dalla Fiat? Spieghi perché hanno rinunciato ad un progetto che prevedeva la produzione di tre modelli e altre 4 mila nuove assunzioni, tra lo stabilimento e il suo indotto".