Live Sicilia

Comune

Faraone: "Dopo quelli di Amia e Amat
qualcuno spieghi gli sprechi dell'Amg"


Articolo letto 613 volte

VOTA
0/5
0 voti

amat, amg, amia, comune, faraone, gesip, sprechi, Politica
"Dopo gli scandali e gli sprechi dell'Amia, della Gesip e dell'Amat, adesso ci si mette anche l'Amg. L'azienda spieghi per quale motivo, nonostante l'esplicita direttiva del consiglio comunale in merito al taglio delle consulenze, ha speso 549.447 euro per 'consulenze tecniche' e 207.000 euro per 'consulenze legali'. Per non parlare di una voce del bilancio su un fantomatico 'progetto Cina'. Visto l'illustre precedente dell'Amia a Dubai, ho chiesto approfondite spiegazioni...".
Lo afferma Davide Faraone, deputato regionale e capogruppo del Pd al consiglio comunale di Palermo, che ha presentato una interrogazione al sindaco sulla gestione dell'Azienda del gas.
"Dall'elenco dei consulenti scelti dall'Amg - aggiunge - spiccano i nomi del vicesindaco di Palermo e neo-assessore regionale Mario Milone che ha ottenuto un compenso di 7.790 euro, quello del capo di gabinetto del sindaco Sergio Pollicita con 20mila euro e di Maria Sole Vizzini, che ha avuto 24.960 euro. Ho chiesto a che titolo e per quali motivi siano state richieste queste consulenze, quali risultati hanno prodotto e quali vantaggi hanno portato alla societa'".
Faraone ha inoltre sollevato "profondi timori" sul capitale sociale dell'Amg. "Gia' a fine 2008 - prosegue - 5.099.743 euro sono stati stornati dal fondo delle riserve in favore del Comune.
E anche in relazione al bilancio di quest'anno l'assemblea dei soci, nella seduta del 26 marzo 2009, ha deliberato di stornare altri 5,4 milioni". Trattandosi di societa' a capitale pubblico l'ente "di riferimento" deve avere 30 giorni per esaminare i conti. "Ma il bilancio arrivera' in Comune solo lunedi' 29, appena un giorno prima dell'approvazione che per legge deve avvenire entro il 30 giugno", conclude Faraone.