Live Sicilia

Fiat

Miccichè: "Valutare l'opportunità
del progetto di riconversione"


Articolo letto 471 volte

VOTA
0/5
0 voti

fiat, micciché, riconversione, termini imerese, Economia, Politica
Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianfranco Micciche', e' stato contestato stamane, a Termini Imerese, dove e' vice sindaco, da due operai nel corso di una riunione sul futuro della Fiat, alla quale hanno partecipato, tra gli altri, anche una decina di sindaci del comprensorio, amministratori e rappresentanti sindacali.
Uno dei due operai, mentre Micciche' stava parlando, ha cercato di raggiungere il sottosegretario, contestandolo. Ma e' stato subito bloccato dai presenti. Dopo un battibecco, la situazione e' rientrata e il dibattito e' ripreso.
Sull'assemblea, alla quale erano presenti decine di lavoratori della Fiat e dell'indotto, come una doccia fredda, si sono abbattute le parole rese ieri sera dall'amministratore delegato della Casa torinese Sergio Marchionne, che ha escluso il mantenimento della produzione auto nello stabilimento siciliano.
Cosi' la rabbia degli operai, a fior di pelle in questi giorni, e' esplosa quando Micciche' ha esposto il suo punto di vista. "Non credo che valga la pena di iniziare una battaglia per chiedere che restino a tutti costi", aveva detto a margine dell'incontro il sottosegretario, facendo riferimento alla presenza della Fiat a Termini Imerese. Micciche' ha invece invitato lavoratori, sindaci e sindacati, anziche' di indire scioperi e organizzare proteste, a chiedere alla Fiat spiegazioni sulle nuove produzioni e garanzie sui livelli occupazionali, accogliendo come un'opportunita' il progetto di riconversione".