Live Sicilia

CRONACA

Controlli dei Nas negli stabilimenti balneari del Siracusano. Multe e denunce


Articolo letto 714 volte

VOTA
0/5
0 voti

, Cultura e Spettacolo, Le brevi
I carabinieri del comando provinciale di Siracusa, con l'avvio della stagione estiva, hanno predisposto un articolato servizio straordinario di controllo del territorio dell'intera provincia ponendo l'attenzione sulla sicurezza nei luoghi di lavoro e sulla tutela della salute pubblica. Nel mirino dei militari sono finite le strutture balneari ed i tanti esercizi pubblici di ristorazione lungo il litorale.
In tre stabilimenti balneari, gli uomini del Nas hanno accertato l'omessa applicazione della procedura del manuale di autocontrollo (HACCP) nonche' la violazione dell'ordinanza della sicurezza balneare emessa dalla Capitaneria di Porto di Siracusa.
In cinque pub controllati, sempre i militari del NAS hanno rilevato tre casi di omessa applicazione dell'HACCP mentre i colleghi dell'Ispettorato del Lavoro hanno rilevato altrettante infrazioni circa la mancata comunicazione delle assunzioni di personale (lavoro in nero). Per due di tali esercizi, superando la percentuale dei lavoratori in nero il 20%, rispetto a quelli assunti regolarmente, e' stata disposta la sospensione dell'attivita'.
Sul fronte della prevenzione e repressione dell'inquinamento ambientale, personale del Noe con il supporto di un mezzo aereo ha individuato due discariche di rifiuti speciali e pericolosi, rispettivamente nel territorio di Avola ed in quello di Augusta.
Per il primo, l'area e' stata sottoposta a sequestro ed affidata al sindaco per le operazioni di bonifica mentre per il secondo sito, trattando si proprieta' privata, e' stato denunciato il presidente di un consorzio.
Nel complesso, infine, sono state rilevate violazioni amministrative a carico degli esercenti per un totale di 32.600 euro.