Live Sicilia

La giunta di Palazzo delle Aquile

"Con Lombardo va bene,
adesso decida l'Mpa"


Articolo letto 590 volte

VOTA
0/5
0 voti

cammarata, giunta, lombardo, palazzo delle aquile, Politica
"In questi giorni ho incontrato il presidente della Regione Raffaele Lombardo (nella foto)diverse volte. Il nostro rapporto è assolutamente costruttivo e assolutamente proiettato a fare l'interesse della Sicilia e della città". Lo ha detto il sindaco di Palermo, Diego Cammarata, a margine di una conferenza stampa durante la quale sono state presentate le iniziative per il 385^ Festino di Santa Rosalia. Alla domanda dei giornalisti su un possibile ingresso in giunta degli autonomisti, Cammarata ha risposto: "Questa è una decisione che dovrà prendere l'Mpa con i tempi che gli occorreranno. Una cosa è certa: i rapporti con Lombardo sono distesi e portano certamente a costruire un nuovo progetto per il futuro. Poi quale sarà lo strumento per consolidare questo rapporto lo vedremo nei prossimi giorni".
Infine sulla configurazione della nuova giunta: "sarà una giunta formata da sedici elementi e si andrà consolidando nei prossimi giorni, quando finirò le consultazioni. Non ho fretta voglio fare le cose per bene facendo patti chiari con tutti quelli che parteciperanno al governo della città. Patti che riguarderanno la condivisione convinta del programma, dei risultati e della qualità del lavoro da portare avanti".
Sull'ingresso nell'esecutivo cittadino dei tecnici, Cammarata ha quindi sottolineato: "ho già detto che servono personalità di rilievo in alcuni settori per rispondere alle esigenze della città. Sulla cultura c'è un orientamento (la
delega a Philippe Daverio, ndr) e anche questo lo confermo". E ha precisato che "prima della fine dell'estate" la squadra sarà completa.
Infine sui rapporti con i centristi: "non ho problemi, non ci sono liti sui numeri nè ragionamenti o pregiudizi. All'Udc ho ribadito la necessità di aiutarmi a trovare alcuni professionisti che possano rispondere meglio alle necessità del programma di governo". A.L.