Live Sicilia

Miccichè alla riscossa: "Berlusconi è con noi"

"La gente vuole il partito del Sud"


Articolo letto 680 volte

VOTA
0/5
0 voti

, Politica
"Lo vuole la gente. E quando un popolo si muove nessuno può fermarlo, il Sud, il mezzogiorno d'Italia avrà il suo Partito". A dirlo, parlando del partito del Sud, è il sottosegretario Gianfranco Miccichè in una intervista ad Affaritaliani.it.
"E' tutt'altro che un'utopia - afferma Miccichè -. Siamo una realtà, concreta, istituzionalizzata, e vincente. Ma lo siamo, per ora, solo in Sicilia. Questo è il problema: trovare il metodo più adatto, più giusto, per fare sistema con le altre regioni, per organizzare una solida rete politica multiregionale. Ma la gente è pronta, la gente del Sud lo sente che stiamo facendo la cosa giusta". Miccichè continua: "Ho invidia della Lega, direi che questo è il primo sentimento che provo. Ho invidia di quello che Bossi è riuscito a fare al Nord e che noi, al Sud, non abbiamo saputo fare. Almeno finora. Bisogna provare ammirazione, da un punto di vista politico, per quello che la Lega ha saputo portare avanti le sue battaglie fino ad entrare, dalla porta principale, nella sala di comando del Paese".
E Berlusconi? "Ha capito e ci appoggia. Ha già capito, come sempre prima degli altri, che la nostra non è un'avventura ma invece una nuova apertura strutturale per la politica italiana, che metterà a posto tante storture, darà nuovo vigore a territori che si sentono abbandonati dalla politica del fare, e - per dirla con Bossi - troverà la 'quadra'. Insomma se il destino dell'Italia è quello
di diventare un paese federale, che ci siano dei partiti territoriali è la cosa più logica, più giusta. Ma non ce ne può essere uno solo, solo al Nord".