Live Sicilia

Documento della direzione federale del movimento

E l'Mpa boccia il governo Berlusconi


Articolo letto 464 volte

VOTA
0/5
0 voti

direzione federale mpa, governo berlusconi, Politica
Il Governo nazionale "ha disatteso" i contenuti del "Patto per il Sud basato sullo sviluppo delle regioni del Mezzogiorno, a partire da un serio piano di opere infrastrutturali, prima fra tutte il Ponte sullo stretto di Messina". E' la conclusione a cui è giunta la direzione federale dell'Mpa riunitasi a Roma per tracciare il bilancio del primo anno del governo Berlusconi.

In un documento il movimento ricorda che l'esecutivo "ha operato una scelta significativa di impiego dei fondi vincolati per il Sud verso obiettivi di spesa che hanno privilegiato i territori del Nord, come la vicenda dei fondi Fas mostra plasticamente". Ciò "ha fatto sì che il divario sociale ed infrastrutturale anziche' diminuire aumentasse pericolosamente, per via di scelte di politica economica che trascurano i diversi livelli di protezione sociale esistenti nelle aree del Paese".
"In questo anno di governo tuttavia - continua la nota - il Movimento per le Autonomie è sempre stato un alleato leale, non facendo mai mancare il proprio apporto alla troppe questioni di fiducia che sono state poste, ripagati con la totale emarginazione delle proposte avanzate e sistematicamente ignorate sia in sede di governo che in quella parlamentare".

E continua: "Poiché è noto che l'Mpa ha contribuito alla vittoria della coalizione con il simbolo che riportava la dicitura Alleati per il Sud, riteniamo doveroso che la ragione fondante della nostra presenza nel governo e nella maggioranza rimanga inscidibilmente legata al rispetto di quell'impegno a favore delle regioni meridionali che facemmo introdurre nel programma e che, ad oggi, vediamo disatteso e spesso largamente contraddetto.
Per tale ragione riteniamo ormai insopportabili i continui rinvii che vengono operati per la destinazione delle risorse necessarie a fare partire i cantieri del Ponte sullo Stretto, opera che il Cipe sembra ostinarsi a volere continuamente ignorare, malgrado i continui roboanti annunci".

Per queste ragioni, "animati da spirito di lealta' e collaborazione, la direzione federale dell'Mpa ha dato mandato ai due capigruppo alla Camera e al Senato di comunicare formalmente con una lettera al presidente Berlusconi la nuova e diversa impostazione della propria attivita' parlamentare di sostegno al governo e alla maggioranza, in quanto le posizioni politiche verranno assunte esclusivamente sulla base del giudizio di merito dei provvedimenti e della coerenza di questi con quel Patto per il Sud contenuto nel Programma di Governo".

Si tratta di "Un impegno indefettibile con la nostra gente e con i nostri territori che, siamo certi, trovera' nel Capo del Governo la necessaria comprensione, nell'auspicio che cio' possa servire a invertire la rotta intrapresa, avviando finalmente quella forte azione meridionalista che il presidente Berlusconi anche nella qualita' di leader della coalizione e' in grado di imprimere".
Durante la riunione della Direzione federale Lombardo, "con l'obiettivo di aprire il movimento a nuovi apporti e iniziative di proficua collaborazione con altre forze politiche di livello locale a carattere autonomista e federalista", ha proposto "una guida collegiale per l'Mpa che ricomprenda varie espressioni e sensibilita' del mondo femminile (Cioffi, Baldi, Lo Curto e Grillo), i tre vicesegretari (De Matteis, Greco e Cuccureddu), i due capigruppi parlamentari (Lo Monte e Pistorio), a cui vanno aggiunti Max Ferrari, Diego Cancian e Luciano Garofano".
Analogamente, in sede nazionale, "e' stato deciso - conclude la nota - di procedere all'azzeramento dell'attuale dirigenza anche in ambito regionale nominando gestioni transitorie in tutte le regioni, allo scopo di connettere ancora meglio il movimento con le nuove proposte che giungono dal territorio e aprire l'Mpa a nuovi contributi di idee e iniziative che giungano da realta' organizzate e da personalita' autenticamente espressione dei territori".