Live Sicilia

La tragedia di Mazara. L'auto era rubata

Preso il pirata. E' un
25enne tossicodipendente


Articolo letto 492 volte

VOTA
0/5
0 voti

auto, incidenti, mazara del vallo, tragedia, Cronaca
Quattro morti e altri quattro feriti, tra cui una bambina di 3 anni, ricoverati in gravi condizioni. E' questo il bilancio di un gravissimo incidente accaduto ieri sera a Mazara del Vallo, dove un'intera famiglia è stata distrutta da un'auto che come una scheggia impazzita l'ha travolta a folle velocità. Le vittime sedevano davanti la porta di casa in via Vaccara, alla ricerca di un po' di fresco, quando una Golf  che proveniva dal lungomare è piombata sul loro marciapiede. Due donne sono morte sul colpo, altre due poco dopo il ricovero in ospedale.
L'automobilista non si è fermato ed è scappato. Bloccato successivamente è stato identificato: si chiama Francesco Giacalone e ha 25 anni, è di Mazara, ha dei precedenti penali ed era in cura al Sert per problemi legati all'uso di stupefacenti.

Giacalone era nella sua abitazione di Mazara. Secondo la ricostruzione dei vigili urbani il venticinquenne avrebbe rubato una Golf di colore nero con la quale ha provocato un primo scontro in contrada Tonnarella. Nella fuga ha investito un'auto in sosta e alcuni testimoni hanno annotato i numeri di targa della Golf. Il ragazzo ha quindi raggiunto la vicina guardia medica dove ha preteso dal medico di turno alcune medicine.
Le vittime sono Susanna Siragusa, 83 anni; le figlie Filippa Andreani, 50 anni, e Alda Andreani, 48 anni; la nipote dell'anziana, figlia di Filippa Andreani, Concetta Li Mani, 32 anni. All'ospedale "Abele Ajello" sono ricoverati due bambini, figli di Concetta Li Mani, il padre della donna, Giuseppe Li Mani, e Antonino Ranti, marito di Alda Andreani.