Live Sicilia

INTIMIDAZIONE

Danneggiata l'auto del presidente della cooperativa "Lavoro e non solo"


Articolo letto 341 volte

VOTA
0/5
0 voti

, Le brevi
"Un pessimo segnale". Questo il commento del presidente di Arci Sicilia, Anna Bucca, sull'episodio accaduto due sera fa a Corleone, in provincia di Palermo. Davanti la sede della cooperativa Lavoro e non solo, un bene confiscato alla mafia, sono state tagliate le ruote dell'auto, una Peugeot 206, del presidente della stessa cooperativa, Calogero Parisi.
Nella strada erano parcheggiati diversi mezzi, ma l'unico ad essere stato preso di mira e' stato quello di Parisi, che ha subito denunciato l'episodio alla polizia.
"Bisogna andare in fondo - dice Anna Bucca - e capire il perche'.
Chiunque sia stato, un balordo, un vicino di casa infastidito dai rumori, ha lanciato un pessimo segnale ai ragazzi, che in questi giorni sono a Corleone per partecipare ai campi di lavoro sui terreni confiscati alla mafia, e sono ospiti della cooperativa. Ed e' un pessimo segnale nei confronti delle stesse attivita' della cooperativa, che dal 1999 e' impegnata sul territorio in percorsi di educazione alla legalita'".