Live Sicilia

Cavalleria rusticana a Caltagirone

Si contendono una ragazza
zio tenta di strangolare nipote


Articolo letto 317 volte

VOTA
0/5
0 voti

arresto, caltagirone, tentato omicidio, zio, Cronaca
Arrestato dalla polizia un uomo che ha tentato di strangolare il nipote, dove averlo massacrato di botte. E' accaduto a Caltagirone, in provincia di Catania. A scatenare la violenta reazione, secondo la ricostruzione degli investigatori, sarebbe stato l'interesse per una ragazza di 17 anni, contesa tra zio e nipote. In manette per tentato omicidio e' finito Marco Taranto, di 32 anni, fratello del padre del ragazzo.
Le indagini, che hanno portato al suo arresto, sono state avviate la notte scorsa, dopo che una pattuglia della polizia municipale, mentre transitava lungo la strada provinciale 34, che collega il centro di Caltagirone alla frazione di Santo Pietro, ha notato un ragazzo con ferite al volto ed al collo, in particolare al labbro ed al naso, gli abiti intrisi di sangue. Il giovane e' stato portato in ospedale e poi al Commissariato. Qui ha raccontato di essere stato aggredito dallo zio presso l'abitazione di campagna di quest'ultimo, a Santo Pietro, dove era stato invitato a cena.
Il ragazzo, secondo quanto accertato dagli investigatori, sarebbe stato picchiato, colpito con una cassetta di legno per la frutta e con l'asta in metallo di un ombrellone da spiaggia, infine lo zio avrebbe tentato di strangolarlo. Solo grazie all'intervento della ragazza contesa, presente nell'abitazione, il giovane sarebbe riuscito a scappare, scavalcando il cancello chiuso a chiave.
Gli agenti, in seguito al racconto della vittima, si sono recati cosi' presso l'abitazione di Marco Taranto, dove hanno trovato l'uomo e la ragazza di 17 anni.