Live Sicilia

Provincia Ragusa

Interventi in difesa produzione latte


Articolo letto 396 volte

VOTA
0/5
0 voti

produzione latte, provincia ragusa, Economia
Il presidente della commissione Sviluppo economico della Provincia di Ragusa, Salvatore Mandara', ha deciso di incontrare le organizzazioni di categoria "per pianificare - si legge in una nota - una serie di interventi strategici a sostegno delle imprese impegnate ormai da mesi nella estenuante vertenza sul prezzo del latte". Fissati due incontri, per domani alle 17 e venerdi' alle 14, che si terranno presso la sede della Provincia.

"Occorre trovare una soluzione - spiega il presidente Mandara' - non e' piu' possibile proseguire sulla stessa falsa riga degli ultimi tempi visto che i costi di produzione lievitano sistematicamente mentre le imprese operanti nel settore non ce la fanno piu' a sostenere tali gravosi impegni. Un dato per tutti. Il prezzo del latte, nei primi anni Novanta, era superiore a quello attuale. Significa che c'e' stata una svalutazione clamorosa. Se a cio' si aggiungono altre questioni di non poco conto, dai costi sostenuti per le analisi all'istituto zooprofilattico, a completo carico degli imprenditori mentre di attutire i costi dovrebbe occuparsene la Regione Siciliana, all'assenza di specifiche politiche a supporto del comparto, si ha chiara la percezione di come il quadro complessivo sia disastroso. Ecco perche' la commissione Sviluppo economico della Provincia regionale intende fornire il proprio contribuito in termini di proposte. Non fosse altro per il fatto che la produzione del latte, nell'area iblea, rappresenta il 53% della produzione complessiva nella nostra isola". "Ritengo che il rilancio della produzione del latte, della tutela e del controllo sistematico dello stesso - aggiunge Mandara' - non possa avvenire se non ci sara' il supporto della Regione.

Gia' danneggiato dal sistema delle quote latte, il comparto rischia di perdere ulteriore terreno rispetto agli analoghi settori del Nord Italia che, invece, vengono privilegiati da adeguate politiche agricole. Il nostro obiettivo e' quello di analizzare il problema facendo scaturire un incontro con i rappresentanti delle organizzazioni professionali di categoria per attivare una difesa a spada tratta del latte di nostra produzione. I due incontri della commissione, dunque, risultano propedeutici rispetto alla necessita' di affrontare la complessa questione con la massima attenzione".