Live Sicilia

Il segretario regionale

Romano (Udc): "Non è più tempo per l'assistenzialismo"


Articolo letto 323 volte

VOTA
0/5
0 voti

lombardo, partito del sud, regione siciliana, saverio romano, udc, Politica
"Ben venga anche il fantasma da tutti evocato del Partito del Sud se serve almeno a porre l'attenzione sul Mezzogiorno e sulla questione meridionale, un problema che ha solo cambiato pelle ma che vive gli stessi annosi drammi come quello della disoccupazione, dell'emigrazione dei giovani, della criminalita' organizzata, degli investimenti dei privati che non ci sono e oggi anche del disinteresse del governo Berlusconi tirato per la giacca dagli egoismi della Lega". Lo dice Saverio Romano, responsabile nazionale Organizzazione dell'Udc e segretario regionale in Sicilia.
"Occorre pero' che si stia attenti alle strumentalizzazioni di chi, e il pensiero corre subito a Calderoli, vuole che il Sud rimanga nelle attuali condizioni di degrado - continua Romano -. Non e' piu' tempo di assistenzialismo e non e' piu' il tempo delle furberie.
L'Udc da diverso tempo e' ormai l'unico interprete delle legittime esigenze e della voglia di riscatto del Sud e non e' un caso se e' stato l'unico partito che ha votato contro il federalismo targato Lega. Al governo regionale ed a Lombardo, che si e' ricordato all'improvviso del Sud, chiediamo di fare chiarezza e di dire da che parte sta. All'Mpa ricordiamo che i problemi della Sicilia non si risolvono con un casino' a Taormina ma con le infrastrutture, con i servizi, con i progetti e con gli investimenti. Al sottosegretario Micciche', uomo di lotta e di governo, consigliamo di non urlare piu' contro il governo ma semmai di uscirne se non vuol assomigliare sempre di piu' ad un chierichetto che protesta contro il cardinale Tremonti".