Live Sicilia

Acireale, il bimbo sbranato

Il fratello adesso dice:
"Quei cani non sono miei"


Articolo letto 591 volte

VOTA
0/5
0 voti

acireale, cani, giuseppe azzarelli, ivan, Cronaca
Ivan, 19 anni, fratello di Giuseppe Azzarelli, il bimbo sbranato dai cani ad Acireale, specifica che quegli animali non sono suoi, come sembrava avesse affermato in un primo momento. Dopo le ammissioni di ieri sera, oggi, Ivan ha spiegato: "Quelli trovati nel terreno abbandonato vicino casa mia, non sono i miei cani. Io da loro ci andavo una volta ogni tanto, gli davo da mangiare perché mi facevano pena". Così ha detto all'emittente televisiva catanese Telecolor. Ieri era apparsa clamorosa la svolta nella vicenda del bambino ucciso da un branco di cani ad Acireale. I cani che hanno sbranato Giuseppe Azzarelli di sette anni sarebbero stati del fratello della vittima. Oggi la retromarcia: "Quei cani non sono miei".