Live Sicilia

SCELTI PER VOI

Agrigento, ai domiciliari in garage
Lo sorprendono fuori: arrestato


Articolo letto 509 volte

Di Fabio Russello (tratto da www.repubblica.it) Aveva adottato quale suo domicilio un parcheggio multipiano in disuso sito in piazza Rosselli, nel centro di Agrigento. E quando i carabinieri l'hanno arrestato qualche settimana fa per una questione di droga, Mohammed Mekkaoui, cittadino marocchino, 51 anni (senza permesso di soggiorno) al giudice che lo processava per direttissima ha detto che abitava in piazza Rosselli 22.

VOTA
0/5
0 voti

, Scelti per voi
Di Fabio Russello (tratto da www.repubblica.it)
Aveva adottato quale suo domicilio un parcheggio multipiano in disuso sito in piazza Rosselli, nel centro di Agrigento. E quando i carabinieri l'hanno arrestato qualche settimana fa per una questione di droga, Mohammed Mekkaoui, cittadino marocchino, 51 anni (senza permesso di soggiorno) al giudice che lo processava per direttissima ha detto che abitava in piazza Rosselli 22. Il giudice non ha controllato e lo ha mandato ai domiciliari all'indirizzo da lui dichiarato. Risultato il signor Mekkaoui si è trovato costretto a dimorare (senza poter avere contatti con l'esterno) nel garage multipiano. Anzi, per dirla tutta, nella struttura costruita venti anni fa e mai completata diventata, col tempo, un rifugio per extracomunitari visto che non ha mai ospitato nemmeno un'auto.
Ma la legge è legge e i carabinieri di Agrigento la notte scorsa, nell'ambito dei soliti controlli, sono andati a vedere se effettivamente il marocchino si trovasse nel suo domicilio. L'uomo è stato invece rintracciato in una strada vicina e stava probabilmente facendo ritorno a "casa". I militari avrebbero anche potuto chiudere un occhio davanti alla "strana" residenza di Makkaoui, ma non davanti alla sua assenza. A questo punto, considerato che era sottoposto al provvedimento cautelare, "da scontare - come è scritto nel provvedimento del giudice - presso il civico 22 del piazzale Rosselli" l'extracomunitario è stato arrestato per evasione e portato in carcere ad Agrigento.