Live Sicilia

L'episodio in un fortino della mafia palermitana

Se il panettiere di San Lorenzo
denuncia il racket...


Articolo letto 564 volte

VOTA
0/5
0 voti

denuncia pizzo, estorsioni, il panificio, palermo, racket, san lorenzo, Cronaca
L'avevano minacciato di non fare più dolci nella sua panetteria, ma lui non aveva seguito il "consiglio" e la sua saracinesca è andata in fiamme. E' accaduto a Palermo dove M. D. A., 46 anni, storico titolare del negozio "Il Panificio" in piazza San Lorenzo  - secondo quanto riporta 'lasiciliaweb' - ha denunciato l'episodio alle forze dell'ordine e si è rivolto a un'associazione antiracket.

"Sei mesi fa avevo ricevuto una telefonata: mi dissero che non dovevo fare più la pasticceria, ma solo il pane - ha spiegato il titolare - Non ci feci caso, pensai a uno scherzo. Ci ho ripensato solo ieri. Abbiamo paura, è normale, ma il fatto di avere denunciato l'accaduto ci rende più tranquilli e a posto con la nostra coscienza. Non abbiamo intenzione di dare soldi ai mafiosi, speriamo di essere un esempio per il quartiere".

Secondo le prime ricostruzioni dell'episodio, scoperto ieri mattina, la saracinesca sarebbe stata cosparsa di benzina e data alle fiamme. Sul posto è stato rinvenuto straccio, trovato insieme a resti di una bottiglia in plastica. ''Moltissime persone del quartiere sono venute questa mattina a portaci la loro solidarietà - ha concluso - Nel quartiere i conosciamo tutti ed è stato bello avere l'attestato di stima dei clienti''.