Live Sicilia

L'intervista rilasciata al quotidiano 'La Stampa'

Miccichè, il Tremonti leghista
e la cena col cavaliere


Articolo letto 461 volte

VOTA
0/5
0 voti

berlusconi, fondi fas, micciché, partito del sud, sicilia, tremonti leghista, Politica
Sembra essere giunta a destinazione la "strategia della tensione" messa in atto dal sottosegretario alla presidenza con delega al Cipe. Ma Miccichè, alla riunione indetta dal premier in cui sarebbero stati sbloccati i fondi Fas, non c'era e aspetta dunque la cena di questa sera con Cavaliere per capirne di più. Intanto tira sferzate contro il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti. In un'intervista rilasciata a 'La Stampa', infatti, Miccichè non usa mezze misure: "Tremonti è un leghista".

"Ho letto che Tremonti è offeso con me - dichiara Miccichè al quotidiano torinese - mi dispiace. Il non l'ho mai insultato, ho solo fatto un'analisi reale: ho detto che è un ministro leghista che ama più il Nord del Sud". Tirato in ballo per la dura lettera spedita a Berlusconi, dopo le affermazioni di domenica scorsa in cui rilegava la questione "partito del Sud" a richieste di potere personale, il sottosegretario ha subito ricevuto una telefonata del premier che lo invitava ad aspettare, "ti autorizzo a dire che è l'ultima volta che mi dai credito" gli avrebbe detto il Cavaliere. E ieri un decisivo passo avanti è stato compiuto.

Ora Micciché aspetta la cena di stasera. "Si, voglio capire cos'ha da dirmi. Perché ha incontrato alcuni ministri e non la Prestigiacomo. Vedremo cosa si sono detti in quel vertice, spero ci sia una sorpresa". Il ministro per l'Ambiente - secondo quanto riporta Miccichè - era a casa col figlio assediata dai giornalisti che le chiedevano a proposito della sua assenza al vertice col premier: "Dimmi te cosa devo rispondere" avrebbe chiesto la ministra allo stesso Miccichè.

Infine il discorso torna al "partito del Sud". "E' difficile non essere soddisfatti di quello che sta succedendo - ha concluso Miccichè - io lo sono e aspetto questo incontro. Non c'è dubbio che a questo punto la parola di Berlusconi ha un peso notevole: ma aspetto questo incontro..."