Live Sicilia

Eventi

Tra mito e storia,
Morgantina rivive


Articolo letto 813 volte

VOTA
0/5
0 voti

Aidone, enna, morgantina, Zapping
Nel cuore della Sicilia, in provincia di Enna, si erge Aidone e ad appena tre chilometri del centro abitato appare l'antica città di Morgantina. Uno dei siti archeologici più belli e per molti aspetti ancora sconosciuti della Sicilia, dove gli scavi su vasta area, iniziati nel 1955, sono ancora in corso e svelano agli occhi dei visitatori un'intera città greco-romana. E dove è stata ritrovata la famosa Venere di Morgantina che dovrebbe rientrare sul territorio entro il 2010 dal Paul Getty Museum di Malibù - Los Angeles, dove ancora attualmente è esposta.

Mercoledì 5 e giovedì 6 agosto 2009 dalle 16,30 fino al tramonto si svolgerà la V edizione dell'iniziativa "Tra mito e storia... Morgantina rivive", ideata da Filippa Palermo, organizzata dall'Archeoclub "Aidone-Morgantina" e dagli abitanti del Comune di Aidone che ogni anno rinnovano questo appuntamento.

Medici, avvocati, notai, casalinghe, studenti e bambini che per due giorni diventano scenografi, drammaturghi, costumisti e attori. Sono oltre cinquecento, infatti, le persone coinvolte sul sito archeologico nei giorni dell'iniziativa. Quest'anno il tema è quello del matrimonio greco-romano con la regia di Sergio Lo Verde e di Gea Gambaro che mettono in scena un testo originale, curato da Concetta Oliveri e da Silvio Raffiotta.

Le musiche originali suonate dal vivo dai musicisti dell'associazione "Dafne" di Gangi e le coreografie di Barbara Crescimanno, si uniscono a un allestimento scenografico curato in ogni particolare: dal banchetto degli sposi alle pietanze che anche il pubblico potrà degustare, realizzate con ricette molto antiche grazie al supporto di Calogero Matina.

Sono due palermitani, già sposati con rito civile, i protagonisti della cerimonia matrimoniale greco-romana. L'evento si articola in quadri diversi che coinvolgono tutti gli spazi di Morgantina e che si uniscono grazie al racconto di un narratore che all'italiano alterna versi in greco e in latino. Accanto a lui ci sarà una sorta di giullare che traduce, invece, il racconto in lingua gallica per il divertimento degli astanti.

La mattina del 5 e del 6 agosto sarà inoltre possibile visitare gratuitamente il sito archeologico con apposite guide turistiche. Anche l'ingresso alla manifestazione è gratuito. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito web www.archeoclubitalia.org.

L'evento è organizzato da Archeoclub "Aidone-Morgantina" con il sostegno e il patrocinio del Comune di Aidone, della Provincia di Enna e della Regione Siciliana.