Live Sicilia

Il bilancio del presidente della Regione

Lombardo: "Una svolta, tra le difficoltà"


Articolo letto 359 volte

VOTA
0/5
0 voti

"Credo che valga la pena sottolineare che, fino ad oggi, siamo l'unica regione che ha avuto approvato il Fas. E non dimentichiamo che abbiamo rispettato il piano di rientro e che siamo gli unici ad aver attuato nel sistema della sanità una svolta radicale ed epocale''. In una intervista rilasciata al Tgweb (www.regione.sicilia.it/tgweb) il presidente Raffaele Lombardo rivendica i risultati ottenuti dalla Sicilia ''pur tra mille difficoltà, manchevolezze o errori''. Sui Fondi per le Aree Sottoutilizzate, appena sbloccati dal Cipe, Lombardo dice che ''vanno spesi bene, secondo un piano che può anche essere modificato se non dovesse rivelarsi all'altezza delle esigenze. Si tratta, comunque, di opere pubbliche e di interventi a 360 gradi che immetteranno ottomila miliardi delle vecchie lire sul mercato del lavoro''. E a proposito di occupazione e sviluppo, il governatore siciliano parla degli importanti accordi raggiunti con Enel e Sharp: il primo per il rigassificatore di Porto Empedocle e la produzione di energia a basso impatto ambientale; il secondo, che verrà sottoscritto a breve, per la realizzazione del più grande stabilimento d'Europa di pannelli fotovoltaici. Un progetto che coinvolge anche la ST Microelectronics e che ''consentirà di dare lavoro a centinaia di persone''.
"Stiamo lavorando allo spasimo anche nel mese di agosto - sottolinea Lombardo - affinchè la Sicilia consolidi i primati dello sviluppo e della crescita e diventi trainante dell'intero sistema meridionale, collocandosi nel Mediterraneo come una regione pilota''. La politica siciliana si ferma per la pausa estiva. ''Mi auguro - dice il presidente della Regione - che in pausa possano finalmente andare le chiacchere, le maldicenze e le polemiche, anche se non c'è dubbio che riprenderanno a settembre. Non credo che il presidente di una regione, un assessore o un dirigente possano consentirsi molto relax. Proseguiremo senza sosta in questo immane sforzo di modernizzazione e di riforme che devono riguardare tutti i settori dell'amministrazione''.