Live Sicilia

All'Ausl 6 prorogati incarichi di vertice per altri 5 anni

Russo stoppa Iacolino:
"Entro 24 ore revocare delibere"


Articolo letto 420 volte

VOTA
0/5
0 voti

assessorato sanità, ausl 6, contratti, dirigenti, incarichi, massimo russo, regione siciliana, salvatore iacolino, Politica
"Fermi tutti". L'assessore regionale alla Sanità ha intimato a Salvatore Iacolino - manager dell'Ausl 6 e neo deputato europeo eletto nelle fila del Pdl - di revocare entro 24 ore due delibere da lui firmate che prorogano per altri cinque anni i contratti di diversi dirigenti, quello di direttore di servizio e direttore di dipartimento. I loro incarichi, infatti, sono in scadenza nel 2010 e l'assessore Russo ravvisa una "palese violazione delle disposizioni assessoriali, incongrue dal punto di vista temporale, considerato che la scadenza degli incarichi era fissata nel 2010, inopportune ed ingiustificate sotto il profilo amministrativo".

Secondo Russo le delibere dovevano essere sottoposte al vaglio dell'assessorato alla Sanità, secondo un provvedimento disposto lo scorso 17 aprile per "evitare che alcuni manager potessero adottare provvedimenti non in linea con la nuova programmazione regionale. In questo caso - ha continuato Russo - l'azienda Usl di Palermo ha proceduto in modo unilaterale e illegittimo, senza nemmeno richiedere la preventiva autorizzazione, con il chiaro intento di prefigurare un nuovo assetto organizzativo dell'azienda che spetterà invece al nuovo manager che si insedierà il primo settembre con la costituzione della nuova Asp''.

Nella lettera di diffida a Iacolino, l'assessore Russo specifica che le delibere ''possono pregiudicare, o quantomeno rendere difficoltosa la futura gestione della subentrante azienda sanitaria provinciale'' e invita il manager ''a revocare entro 24 ore i provvedimenti in questione, con conseguente ripristino delle situazioni e delle scadenze fissate dalle deliberazioni precedenti, diffidandoLa al contempo a provvedere pena la nomina di un commissario ad acta con il compito di adottare gli intimati provvedimenti di revoca''.