Live Sicilia

IN SICILIA. LO DICE IL CENSIS

Quanto è brutta la sanità...


Articolo letto 366 volte

VOTA
0/5
0 voti

, Cronaca
Le strutture non sono all'altezza, il livello di soddisfazione dei cittadini è in caduta verticale: è questa l'immagine della sanità nel Mezzogiorno che emerge da uno studio del Censis secondo cui anche le condizioni di salute della popolazione nel Sud sono "più precarie" rispetto a quella del Nord. Agli ultimi posti, a livello nazionale, c'è la Sardegna preceduta da Sicilia e Basilicata. Le cifre parlano chiaro: per il 50,8% dei residenti del Sud la qualità dei servizi sanitari è inadeguata (contro il 26,9% della media nazionale). Nella classifica stilata dal Censis si piazzano agli ultimi posti le regioni (Puglia, Sicilia, Campania e Calabria) che da anni sono alla prese con conti fuori e controllo e commissari nominati dal governo. Secondo il ministro del Welfare Maurizio Sacconi lo studio evidenzia "quella radicale separazione, al di là delle opinabili graduatorie, tra il Nord e il Sud del Paese, Lazio incluso, che il governo ha sin dall'inizio voluto affrontare".