Live Sicilia

Il sindaco di Lampedusa indagato per tangenti

De Rubeis, ordinanza annullata
ma resta comunque in carcere


Articolo letto 399 volte

VOTA
0/5
0 voti

arresto, de rubeis, lampedusa, ordinanza custodia cautelare, palermo, tribunale riesame, Cronaca
E' stata annullata l'ordinanza di custodia cautelare emessa a carico di Dino De Rubeis, sindaco di Lampedusa, coninvolto in un giro di tangenti. La decisione è del tribunale del Riesame di Palermo ma de Rubeis dovrà rimanere in carcere. Nei suoi confronti il gip di Agrigento aveva, infatti, disposto una seconda misura restrittiva. Anche contro questa la difesa del primo cittadino ha fatto ricorso al tribunale della Libertà che deciderà dopo il 20 agosto. L'indagine che ha portato in carcere De Rubeis, coordinata dalla procura di Agrigento, vedeva la denuncia diretta di un imprenditore nei suoi confronti per averlo costretto a versare tangenti. Quando la notizia è stata resa pubblica, un altro imprenditore ha sua volta denunciato il sindaco per la stessa ipotesi di reato.