Live Sicilia

La replica alle dichiarazioni del procuratore

Alfano risponde a Grasso:
"Combattiamo gli abusi"


Articolo letto 275 volte

VOTA
0/5
0 voti

, Cronaca
La replica è più pacata di quella del senatore Gasparri, ma altrettanto decisa. Il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, di si definisce "davvero sorpreso di alcune affermazioni attribuite al procuratore Antimafia Piero Grasso" (il procuratore, alla presentazione del suo libro, ha rilasciato alcune dichiarazioni, criticando tra l'altro le liste elettorali decise dalle segreterie. Tra le altre notizie di livesicilia c'è tutto) ndr), in particolare della frase sulla necessità "di bloccare chi vuole controllare i giornalisti e i magistrati".
"Il nostro intendimento - afferma il ministro - non è controllare magistrati e giornalisti ma evitare alcuni abusi soprattutto in materia di privacy, che è un diritto costituzionale secondo alcuni, purtroppo, di serie B. Non credo proprio - aggiunge Alfano - che dall'esterno si intenda fermare il Parlamento, che è libero, democratico e sovrano, e che è l'unico che può approvare o bocciare le leggi".