Live Sicilia

CALTAGIRONE, "IMMORALE CAVALLERIA RUSTICANA"

E la Curia ammazzò cumpari Turiddu
"Solo problemi organizzativi"


Articolo letto 477 volte

VOTA
0/5
0 voti

, Cronaca
Cavalleria Rusticana non s'ha da fare. Perché? Come perché? Avete presente Lola? "Una trama  immorale, non adeguata al contesto religioso" perché al suo centro c'è un adulterio che finisce in sangue. Per questo, la curia di Caltagirone avrebbe bloccato la messa in scena proprio di "Cavalleria rusticana", il testo di Giovanni Verga, la cui rappresentazione teatrale era in programma nell'ambito dei festeggiamenti in onore di Maria Santissima del Ponte, copatrona della città calatina. "Scene e contenuti della Cavalleria rusticana - avrebbe scritto la Curia in un missiva in cui spiega la sua decisione - sono in netto contrasto con la festività religiosa e la sacralità della famiglia". Lo spettacolo era curato dall'associazione "Vizzini vivente" ed il regista Gianfranco Piluso che ne seguiva la messa in scena ha commentato la decisione della curia parlando di "oscurantismo culturale".

"Solo problemi organizzativi"
La Curia, in seguito, ha praticamente smentito questa versione dei fatti, anche se non ancora in forma ufficiale. Sarebbero solo "problemi organizzativi" a vietare la messa in scena, secondo fonti interne. Secondo quanto si è appreso la Curia avrebbe deciso di non fare andare in scena domani sera lo spettacolo perchè si sarebbe dovuto svolgere davanti il sagrato del santuario di Maria Santissima del Ponte che in questi giorni è meta continua di pellegrinaggio. La recita, che non era ancora inserite nel cartellone ufficiale ma in una bozza, secondo la fonte, non sarebbe stata autorizzata soltanto per non ostacolare l'accesso dei fedeli in chiesa.

"Nessun giudizio è stato espresso dalla Curia di Caltagirone su Cavalleria rusticana di Verga, che dal punto di vista letterario è un capolavoro del Novecento italiano". Lo afferma una fonte qualificata del vescovato, citata da lasiciliaweb.it,  annunciando per le prossime ore una nota ufficiale sulla vicenda del vescovo Vincenzo Manzella. che è fuori sede.