Live Sicilia

IL SENATUR A RAFFICA

Bossi insiste: "Il Nord vuole
le gabbie salariali"


Articolo letto 371 volte

VOTA
0/5
0 voti

, Cronaca, Politica
Chissà se il presidente Lombardo sarà contento o se subdorerà un tranello, dietro il via libera. Un partito del Sud ''a noi non creerebbe nessuna difficoltà, è una vicenda interna al Pdl''. Lo ha detto il ministro delle Riforme, Umberto Bossi, giunto ieri sera a Ponte di Legno dove a Ferragosto interverrà alla festa della Lega. Per lui, insomma, non c'è problema.  ''Una cosa deve essere chiara - ha spiegato Bossi - i partiti non nascono perchè un gruppo di dirigenti lo vuole, ma perchè lo vuole la gente. La Lega è nata perchè la gente ha detto basta con Roma ladrona. Non è quindi possibile che al Sud nasca un partito perchè un gruppo di dirigenti lo vuole promettendo che poi farà arrivare i soldi in quelle zone''.
Secondo Bossi l'idea del partito del Sud è nata perchè a fronte della crisi economica ''i soldi dell'Europa sono stati dirottati per gli ammortizzatori sociali al Nord dove hanno chiuso le fabbriche. Nessuno dimentichi che nella storia il Nord ha sempre dato i soldi al Sud''.

Sì alle gabbie salariali.
Bossi poi è tornato a parlare di gabbie salariali, una proposta che Ignazio la Russa liquida in fretta: "parlare di gabbie salariali dipende dal sole d'agosto".
"Questa estate voglio sostenere le gabbie, anzi i salari territorializzati", dice Bossi ripetendo il concetto già espresso nei giorni scorsi:  "I lavoratori devono arrivare a fine mese, in particolare al Nord, dove la vita costa di più". Bossi ha quindi aggiunto che l'introduzione del salario territorializzato non può avvenire solo per via legislativa: "Ci sono i sindacati, quindi si deve dare il via alla contrattazione. I sindacati devono parlare con il governo".